Ceramica viva manuale per fare ceramica

Ceramica viva

un manuale per fare ceramica.

Oggi voglio scrivere un articolo in memoria di un grande ceramista, Nino Caruso e del suo libro ceramica viva.

Lascio ovviamente a voi visitatori la ricerca e la scoperta di quanto presente nel web che racconta la storia di quest’uomo, ma credo meriti almeno un ringraziamento da parte mia  per aver scritto uno dei libri piu interessanti che mi sia mai capitato di leggere sull’argomento “fare ceramica”.

Ceramica viva libro edito dalla Hoepli è di per sè un vero manuale per fare ceramica ma al tempo stesso conduce il lettore anche attraverso un viaggio nel tempo, la ceramica è una materia viva che accompagnia l’uomo dagli albori della civiltà.Nel libro ceramica viva CHE IO CONSIDERO UNA VERA BIBBIA  del buon fare ceramica, potrete trovare sia una narrazione storica dei processi e sviluppi tecnologici che accompagnano questa materia sia un vero e proprio metodo di applicazione pratica.

Nel dettaglio vengono trattate tecniche e fornite ricette che permetterano anche al piừ puro dei neofiti di lasciarsi coinvolgere nell’affascinante mondo del fare ceramica.Dall’impasto Egizio alla patina greca, il bucchero etrusco e la ceramica a vernice rossa detta terra sigillata, dalle prime vetrine piombifere alla maiolica per poi passare alle terraglie,i gres le porcellane e non ultime le ceramiche raku.

Nino Caruso nel suo libro ci descrive i materiali del fare ceramica e li racconta con dovizia di particolari e riferimenti storici, descrive le attrezzature come le pinze per smaltare , i forni per la ceramica o i materiali per poterseli costruire come la fibra refrattaria per i forni rapidi da raku.

Personalmente devo molto a questo libro che mi è stato consigliato dal mio maestro di tornio, mi ha iniettato una pura dose di curiosità e voglia di sperimentazione pratica, ancor oggi dopo 20 anni di passione nel fare ceramica lo apro con piacere e vi scorgo sempre consigli,buoni suggerimenti e risoluzioni ai dubbi tecnici,

grazie Nino per questa e per le altre tue opere letterarie.

Terapia ceramica il tornio come esperienza di creatività consapevole

terapia ceramica  il tornio come esperienza di creatività consapevoleUN ESPERIENZA CONSAPEVOLE DI CREATIVITA!

terapia ceramica  il tornio come esperienza di creatività consapevole
Cari amici/he voglio spiegare un pò meglio cosa intendo per corsi di tornio/ceramica ed invitarve tutti a condividere questo mio post in maniera “virale”…partiamo da un discorso di base:
qualcuno potrebbe essere interessato ad imparare il tornio
per un intento professionale diciamo, il mio annuncio in tal senso
promuove appunto una formazione essenziale nei rudimenti che tale disciplina richiede, MA USARE IL TORNIO E L’ARGILLA non è solo questo e quindi il corso è aperto a tutte quelle persone che hanno voglia e necessità di eplorare una parte della propria interiorità creativa, il tornio è uno strumento magico, è un gioco una terapia(può anche diventare una professione) ma in sè contiene come tutti gli strumenti creativi una parte magica che ci mette in contatto con alcuni aspetti di noi stessi, la determinazione,le paure,la timidezza,il tornio con il suo movimento centrifugo ci ipnotizza,l’argilla con la sua malleabilità ci mette in contatto con la nostra parte malleabile,la malleabilità della nostra consapevolezza,l’argilla prende forme e diventa un estensione di noi stessi, ci rivela la nostra intimità,terapia ceramica  il tornio come esperienza di creatività consapevole
ci mostra la nostra parte atavica e ci rimette in contatto con qualcosa di molto antico.
Quindi ribadisco il fatto che i corsi sono aperti a tutti ed invito anche eventuali ass.ni a prendere contatto, sarà poi col dialogo che si potrà decidere qual’è l’aspetto del corso da portare avanti ed i relativi costi, nel mio studio sarà com.que possibile apparte fare il corso, venire ed affrontare in maniera autonoma e più intimista questo meraviglioso strumento,esercitarsi,giocare,creare e distruggere, questo meraviglioso materiale che è l’argilla è una cosa viva il residuo di millenni di raffinazione di rocce mescolate a materie organiche gli infondono la loro esistenza, da cruda è riutilizzabile all’infinito e da cotta non avrà mai nessun impatto ambientale poichè riassunta una durezza arcaica dovrà solo riattendere i millenni per ritornare polvere,l’argilla è proprio come noi, pronta sempre a tornare nel ciclo infinito di regenesi..saarà non a caso che le religioni hanno usato sempre la metafora della divinità che crea la vita con l’argilla.terapia ceramica  il tornio come esperienza di creatività consapevole
Bene vi auguro una splendida vita,.

Fb page